Nuova Autodichiarazione, aggiornato il Modello al 26 Marzo, le Novità

Nuova Autodichiarazione, aggiornato il Modello al 26 Marzo, le Novità 1Nella giornata di ieri 26 Marzo 2020 è stato aggiornato il Modello Autodichiarazione ai sensi degli art. 46 e 47 d.P.R. N.445/2000 del 26 Marzo 2020, si tratta dell’ennesimo aggiornamento applicato al Modulo di Autocertificazione per gli spostamenti durante il periodo di emergenza del corona virus covid-19, si tratta della 6 versione in poco più di 10 giorni.

L’annuncio della nuova versione è stato dato anche dal capo della Polizia il quale ha fatto sapere che gli aggiornamenti apporti di continuo al Modello sono necessari sia per gli adeguamenti di legge e sanzioni che cambiano di frequente in questa emergenza, ma anche per arginare i comportamenti dei furbetti che trovano sempre delle scorciatoie nelle varie norme che di volta in volta vengono messe in atto.

Secondo le ultime modifiche apportate dal governo in termini di sanzioni e di provvedimenti ecco in cosa può incorrere chi non rispetta le regole:

  • sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a 3.000, a cui consegue l’aumento fino a un terzo se il mancato rispetto delle misure avviene mediante l’utilizzo di un veicolo;
  • sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni, nei casi di cui all’art. 1, c. II, lettere i), m), p), u), v), z) e aa);
  • raddoppio della sanzione amministrativa e massimo di quella accessoria in ipotesi di reiterata violazione della medesima disposizione;
  • arresto da 3 a 18 mesi e ammenda da euro 500 a 5.000, per la violazione della misura di cui all’art. 1, c. 2, lett. e), punita ai sensi dell’art. 260 del T.U. delle leggi sanitarie;
  • resta salva l’applicazione dei delitti colposi contro la salute pubblica (art. 452 c.p.) dove la pena è la reclusione fino a 5 anni, ovvero di altri più gravi reati.

Ricordiamo infine quali sono i motivi per cui i cittadini possono spostarsi:

  • lavoro presso (…),
  • devo effettuare una visita medica,
  • urgente assistenza a congiunti o a persone con disabilità,
  • esecuzioni di interventi assistenziali in favore di persone in grave stato di necessità,
  • ·obblighi di affidamento di minori,
  • denunce di reati,
  • rientro dall’estero,
  • altri motivi particolari.

Ricordiamo infine che per tutti coloro che non hanno una stampante o non possono stampare il modello che potranno comunque uscire e in caso di controllo saranno le forze dell’ordine a fornire il modello che andrà compilato e firmato in loro presenza:

https://www.interno.gov.it/sites/default/files/allegati/nuovo_modello_autodichiarazione_26.03.2020_editabile.pdf